12.10.10 – Il Fatto Quotidiano – A Fiorito sì, alla cultura no

Quando parlo con i miei colleghi universitari francesi o americani dei tagli alla cultura, la domanda più ricorrente è : “Cosa hanno chiuso?”. E qui la faccenda si fa particolarmente penosa, perchè si tratta di spiegare loro che l’ipocrisia italiana non permette quasi mai di sopprimere davvero qualcosa, ma costringe a vivere largamente al di sotto della soglia minima di dignità.

segue

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *