Ricerca

L’attività di ricerca di Nicola Vittorio si è concentrata sulla formazione e l’evoluzione in grande scala della struttura dell’universo.

È stato uno dei pionieri nel campo della temperatura e l’anisotropia del fondo cosmico di microonde, producendo la prima predizione della fluttuazione della temperatura CMB nello scenario della materia oscura fredda (CDM).

Ha sviluppato in Italia una scuola di cosmologia che vede molti suoi studenti come ricercatori, professori associati e ordinari nel sistema universitario italiano.

Ha inoltre contribuito alla spettroscopia a raggi X applicata agli accumuli di galassie con un trattato che è tutt’oggi ampiamente citato nella recente letteratura scientifica.

Ha inoltre contribuito, come membro della collaborazione BOOMERANG, all’analisi dei dati e all’interpretazione teorica dell’esperimento B2K baloon-borne. La pubblicazione A flat Universe from high-resolution maps of the cosmic microwave background radiation, è stata la prima a mostrare chiaramente il primo picco nello spettro della temperatura del fondo cosmico di microonde.

Altre pubblicazioni della stessa collaborazione erano mirate a descrivere la TT (A Measurement of the Angular Power Spectrum of the CMB Temperature Anisotropy from the 2003 Flight of BOOMERANG), lo spettro della EE (A Measurement of the CMB EE Spectrum from the 2003 Flight of BOOMERANG), lo spettro incrociato della TE (A Measurement of the Polarization-Temperature Angular Cross-Power Spectrum of the Cosmic Microwave Background from the 2003 Flight of BOOMERANG), così come le derivate dei parametri cosmologici (A Measurement of Omega_0 from the North American Test Flight of BOOMERANG), prima dell’analisi dei dati del satellite WMAP.

Come Co-I dell’esperimento ESA/Planck, ha collaborato nello scrivere un certo numero di pubblicazioni che presentano dei risultati di frontiera nel campo dell’astrologia e la cosmologia. Recentemente, con una nuova generazione di giovani cosmologi (dottorandi e dottori), ha indagato sul potenziale di rilevazione della polarizzazione B-mode della CMB, nel ricostruire il potenziale di inflazione, e su l’uso dei dati dello spostamento verso il rosso (SNe IA, BAO e cronometri cosmici) per valutare le possibili tensioni tra le predizioni teoriche del modello Lambda-CDM e le osservazioni (H_0, sigma_8, etc).


Riconoscimenti nazionali e internazionali

Nicola Vittorio è stato Sperimentatore Principale di una serie di riconoscimenti nazionali ed internazionali da parte dell’EU, il MIUR, l’Università di Roma “Tor Vergata” e l’ASI. In particolare, egli ha coordinato i seguenti progetti:

  • “Polarizzazione del fondo cosmico a microonde: problematiche teoriche e attività sperimentali”, 2001, PRIN premiato dal MIUR
  • “Mappe ad alta risoluzione della temperatura e polarizzazione del fondo cosmico di microonde come strumento di indagine cosmologica”, 2004, PRIN premiato dal MIUR
  • “Advanced Research into galaxy clusters observed in the X-ray”, Marie Curie European Reintegration Grants, 2004
  • “Analisi statistica delle fluttuazioni del fondo cosmico di microonde”, 2009, premiato dall’Università di Roma “Tor Vergata”
  • “Attività di studio per la comunità scientifica di cosmologia – COSMOS”, 2016, premiato dall’ASI
  • “Partecipazione allo studio di fase A della missione LiteBIRD di JAXA”, 2018, premiato dall’ASI

Nicola Vittorio è inoltre stato premiato, come coordinatore locale di progetti nazionali, dei seguenti riconoscimenti:

  • “Vincoli osservativi all’energia oscura da misure dell’anisotropia del fondo cosmico di microonde” , 2002, PRIN premiato dal MIUR
  • “PLANCK LFI”, 2002-2006, premiato dall’ASI
  • “Cosmology and fundamental physics”, 2004, premiato dall’ASI
  • “Cosmic Microwave Background Network in Europe for theory and data analysis”, FP5-NET-Research network contracts, 2000 – 2005 – “PLANCK LFI”, 2007-2009, premiato dall’ASI
  • “Cosmology and fundemental pyhsics”, 2007, premiato dall’ASI
  • “Metodi statistici avanzati per l’analisi della Cosmic Microwave Background radiation”, 2009, PRIN premiato dal MIUR
  • “PLANCK LFI”, 2009-2014, premiato dall’ASI